NethArs è un ambizioso e particolare movimento artistico nato per promuovere la realizzazione di grandi sculture, da collocare in diverse parti del pianeta, come fulcro e testimonianza del programma Connessus.

Il nome del progetto NethArs nasce dalla radice Neth, da cui ha origine la parola nexus (connettere), il cui significato letterale è “ago”. Per tale ragione il termine utilizzato per tali opere è “Neth”.

Le Neth, richiameranno nella loro forma sostanziale proprio un ago, uno strumento inventato per legare, cucire e quindi connettere.

La Neth è un chiaro invito al genere umano di compiere azioni ed opere mirate alla condivisione. Quindi, gli “Aghi” della NethArs, oltre a “cucire” simbolicamente le diverse culture e identità, serviranno anche a “pungolare” le anime sopite e distratte dall’egoismo latente, subdolo e contagioso.

Una delle peculiarità del progetto sta nel vedere impegnati nella creazione della stessa opera più artisti. Fatto alquanto unico e raro nella storia dell’arte contemporanea, ma che ne evidenzia l’universalità sin dall’inizio. Quindi non uno ma più di uno, perché solo dalla condivisione dello stesso lavoro si può testimoniare il vero senso dell’agire comune.

Il secondo aspetto, l’obiettivo principale di tali opere, è quello di attrarre più persone possibile nell’agorà Connessus, luogo prescelto per la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui diversi temi proposti, per connetterle tra loro attraverso il lavoro e le opere degli artisti coinvolti.

L’arte, quindi, come specchio dell’anima in cui far riflettere nuovamente l’uomo sul suo Essere, necessità fondamentale per la sopravvivenza di tutto il genere umano e del suo habitat.

Come? Creando intorno alle Neth, eventi culturali tematici, pensati nel rispetto delle diverse culture e fedi.

A proposito dell'autore

Post correlati